Scuole e Corsi
  Corsi Professionali
  Fai da te
  Viaggi
  Telefonia
  Musica
  Informatica
  Videogiochi
  Fotografia
  Video
  Audio
  Elettrodomestici
  Climatizzazione
  Sport
  Motori
  Ottica
  Animali
  Salute e Bellezza
  Moda
  Curiosità

Vai alla pagina Facebook   Vai alla pagina Twitter

Effetti luminosi per il presepe

Condividi la pagina con i tuoi amici!

Durante la costruzione di un presepe, viene spesso sottovalutata l’illuminazione scenica ovvero la corretta posizione e la giusta intensità di tutte le fonti di luce che saranno necessarie a valorizzare l’intera creazione artistica. Per illuminare degnamente il nostro presepe non è necessario ricorrere a sofisticati sistemi elettronici degni di un grande presepe da concorso e non serve nemmeno spendere cifre esorbitanti che comunque servirebbero ad acquistare apparecchiature riutilizzabili ogni anno. Indipendentemente dal tipo di illuminazione di cui disponiamo o vorremmo disporre, è molto importante saper dove e come posizionare le fonti di luce che renderanno il presepe armonioso e delicato, con la superficie e i livelli di tutto il presepe omogeneamente illuminati, senza punti di luce troppo forte o troppo scarsa. Ognuno di noi, quando guarda un presepe, sofferma lo sguardo prima di tutto sulla scena della Natività che dovrà essere leggermente più illuminata del resto ma senza nascondere tutto quello che c’è intorno. La lampada che illuminerà la capanna, o grotta che sia, deve essere di luce calda e posizionata all’interno in un punto molto elevato, in modo da essere nascosta alla vista diretta e illuminare l’intera scena proprio come un lampadario da soffitto illumina una stanza. Per questo scopo, sono l’ideale le piccole lampadine dei frigoriferi, da verniciare di giallo con un colore per vetro. Stessa cosa vale per le abitazioni dove potranno essere opportunamente posizionate le lampadine di una normale serie oppure tante lampadine da 12 volt collegate in parallelo ad un unico trasformatore con potenza adeguata. Se è vostra intenzione realizzare qua e là nella scena alcuni fuochi o forni, acquistate le tipiche lampadine che simulano la presenza di una fiamma. Vengono spesso usate nelle chiese per simulare la presenza di una calda candela accesa. Sono tutte lampadine a 220 volt. Se volete spingervi ancora oltre e realizzare un presepe ancora più realistico, potrete utilizzare uno specifico strumento elettronico in grado di riprodurre le quattro fasi di una giornata: alba, giorno, tramonto, notte. In commercio ve ne sono di diversi tipi e dai prezzi molto diversi tra loro ma tutti in grado di pilotare alcuni relè che a loro volta comanderanno le diverse luci disposte nel presepe. La maggior parte di questi dispositivi sono muniti di dissolvenze ma è sempre bene sincerarvene nel momento dell’acquisto. Per queste centraline elettroniche è molto importante utilizzare delle lampadine opportunamente colorate che rendano il passaggio da una fase all’altra il più possibile realistico. I colori sono: rossa per il tramonto, giallo-verde per l’alba, bianca per il giorno, blu per la notte. Per la realizzazione del cielo con tutte le sue stelle, il materiale migliore è la fibra ottica. In commercio potete trovare dei dispositivi che con un’unica lampada possono illuminare svariate fibre ottiche da posizionare tra la carta del fondo dopo avergli praticato un piccolo forellino. In questo modo potrete realizzare un bellissimo cielo stellato, soprattutto se riuscirete a reperire un kit di fibre ottiche realizzato con diversi diametri.

Corsi di Elettricista Per approfondire
le offerte di formazione professionale e specializzazione per i Corsi di Elettricista,
visita il sito di Accademia e Lavoro


 
Powered by Area MediaWeb - 2019
P.IVA 02565690167 - Privacy Policy