Scuole e Corsi
  Corsi Professionali
  Fai da te
  Viaggi
  Telefonia
  Musica
  Informatica
  Videogiochi
  Fotografia
  Video
  Audio
  Elettrodomestici
  Climatizzazione
  Sport
  Motori
  Ottica
  Animali
  Salute e Bellezza
  Moda
  Curiosità

Vai alla pagina Facebook   Vai alla pagina Twitter
Curiosità

Condividi la pagina con i tuoi amici!


Notizie Giugno 2012


1 Giugno

Dorme per 10 giorni consecutivi

Louisa che può dormire anche per 10 giorni L' inglese Louisa Ball, prima di svegliarsi può impiegare anche dieci giorni! Questa assurda condizione è chiamata sindrome di Kleine-Levin. Tutto iniziò nel 2008, quando Louisa aveva ancora 14 anni. All’epoca i primi sintomi furono molto simili a quelli dell’influenza. “Un giorno mi trovavo in classe a scuola e all’improvviso ho iniziato a sentirmi in modo strano e mi è venuto un gran sonno; ricordo che tutti i miei compagni e i professori iniziarono a dirmi che non era educato quello che stavo facendo, poi mi girò tantissimo la testa e da quel momento in poi non ricordo più niente” In seguito a quell’episodio Louisa dormì ininterrottamente per 10 giorni, risvegliandosi apparentemente guarita. I suoi genitori, i signori Rick e Lottie confessano che la prima esperienza con la malattia è stata molto traumatica e spaventosa: “Non sapevamo cosa stesse succedendo a nostra figlia, ma pensavamo che non sarebbe più successo ma poi, 4 settimane dopo, Louisa si è addormentata di nuovo”. Dopo alcuni mesi finalmente i medici hanno diagnosticato alla ragazza la sindrome di Kleine-Levin.

Leggi la notizia...



14 Giugno

Buford, la città con un solo abitante

Benvenuti a Buford C'è un posto, negli Stati Uniti, che può essere considerato un luogo sicuramente adatto a chi ha voglia di pace, lontano dal traffico, dai rumori e dagli altri. Questo posto è Buford, una cittadina nel Wyoming che per qualche assurdo motivo conta 1 un solo abitante! Don Sammons, 60 anni, questo è il nome dell’abitante di Buford. L’uomo vive da solo sulle montagne, a circa 2500 metri di altezza sul livello del mare, ma a sentirlo parlare non sembrerebbe soffrire la solitudine. Buford nacque nel 19esimo secolo, durante la costruzione nel Wyoming della Transcontinental Rail Road, la ferrovia che attraversa l’intero continente Americano. All’epoca gli abitanti del paese erano circa 2000, tutti lavoratori delle ferrovie. Negli anni novanta del secolo passato però, i pochi abitanti rimasti si trasferirono in centri più ampi.

Leggi la notizia...



19 Giugno

I peggiori trofei del mondo

Gianni Mina all'Orange Bowl Non sempre i trofei sportivi, come anche i premi alla carriera, risultano esser tanto belli da far sì che il loro valore intrinseco sia sufficiente a giustificarne l’esposizione in casa. Il giovane tennista Gianni Mina è il primo, ha vinto l’Orange Bowl tournamentin in Florida (Usa). Il trofeo, importante, altro non era che un banale contenitore in vetro, neppure di cristallo, con all’interno una decina di arance. Jim Furyk, un golfista che ha potuto stringere l’ambita, quanto poco elegante coppa del Chevron World Challenge golf trophy, messa in palio dalla Tiger Woods Foundation. Il riconoscimento, un “cubo di legno” sopra al quale si erge un tigrotto che con la sua zampetta tiene ferma una pallina da golf che rappresenta il pianeta. Ding Junhui, vincitore del Pukka Pies UK Championship, premio dedicato ai pasticceri che consiste in una semplice coppa, abbinata ad una fornitura di 276 mini torte.Johnny Depp, ad esempio, ha dovuto suo malgrado portarsi a casa il premio alla carriera del Bahamas International Film Festival: un pescione gigante completamente realizzato in legno. A Renee Zellweger è stato consegnato l’Hasty Pudding. Alla bionda attrice americana, eletta donna dell'anno dall'omonima associazione di studenti dell'Università di Harvard (Massachusetts), è stato consegnato un “pentolino”.

Leggi la notizia...



28 Giugno

Babbo Natale vive in Kirghizistan

Babbo Natale saluta dalla sua casa in Kirghizistan Babbo Natale non vive in Lapponia. Lo rivela uno studio condotto da un gruppo di ricercatori svedesi che, calcolatrice in mano, ha ritenuto che la sua residenza, visti i tempi esigui per la consegna dei doni, debba necessariamente trovarsi in Kirghizistan, probabilmente accanto ai confini con la Cina. La notizia, che non troverebbe al momento conferme, lascia di certo perplessi i bambini ma anche gli adulti di tutto il pianeta. Nello stato asiatico la gioia è stata invece infinita, tanto da convincere il governo ad offrire una ricompensa a chi scoverà, entro il 20 dicembre, la vera casa di Babbo Natale, situata tra i villaggi di montagna. La tesi degli svedesi si fonda completamente su uno studio statistico. Santa Claus, per dare i regali a tutti i bambini nel mondo, dovrebbe percorrere la Terra ad una velocità di circa 5.800 km al secondo e fare 2,5 miliardi di soste. L'unico modo per riuscirci, senza usare renne dopate, è quello di avere la sua base operativa proprio in Kirghizistan: in questo modo impiegherebbe meno tempo.

Leggi la notizia...


Storico notizie

 

 
Powered by Area MediaWeb - 2019
P.IVA 02565690167 - Privacy Policy